domenica, novembre 25, 2007

Ancora sete

Ho ancora sete in questo cammino che non tedia e spinge, lungo un sentiero in cui non puoi voltarti indietro mentre assetato, dimentico della fame, rincorri immagini che spaiono di fronte al reale.
Cosa sono? Inizia a prendere corpo la risposta che non consola, che non indugia a elogiare un contenitore destinato a svanire, che tende a nutrire di luce e amore un palpitante cuore!
Chi sei tu? Chi sono io? Nell'eterna danza della ricorrenza mi scopro a rivestire nuovi abiti per gli stessi ruoli assaporando il gustoso piacere di una gioia priva di schizofrenici slanci, densa di placida pienezza.

Visualizzazioni totali