venerdì, dicembre 26, 2008

Mani

Il desiderio di accarezzarle
temendo possano nuocere mentre raccolgono dolcemente il viso.
A volte le sento scorrere sul corpo leggere e calde e poi affondano tra i capelli per ricordarmi che non sono solo.
Ne ricordo di sottili che non esistono anelli che non debbano essere stretti.
Nervose tamburellanti nell'attesa di ciò che non avverrà, leggiadre tirar fuori l'anima d'un piano.
Callose che seducono il legno che nasconde immagini che da sempre vivono in te.
Altre parlano della vita che qui innanzi ha condotto, traducono in atto ciò a cui il tuo cuore anela, le vene che le solcano come strade portanti flussi di emozioni.
Avrei voluto sentire quelle abituate ad ascoltare cuori spesso stanchi di vivere...guardare quando battono febbrili una tastiera, esitanti se afferrate mentre reggono il peso dei desideri nel sentirti vibrare...
Le mani che non scordo, che sogno, che ancora schiaffeggiano il cuore pavido e preparano il cibo che nutre il corpo mentre l'anima ritrova la strada...
Quando parlano anche quando si è incapaci di ascoltare...
Impazzite gesticolanti tra i suoni disordinati emessi dalla mente
Le mani che non tradiscono solo perchè non possono!

lunedì, dicembre 15, 2008

Porpora

Come in un gioco di ruoli tra demoni e angeli,
mi spingo dentro te a cercare me.
Volto unico delle mie molteplici immagini
osservo le virtù scolorire
di fronte all'utilità che la vita m'impone come sestante.
Un nuovo Dio contiene l'evolversi della vita,
dove la luce della notte non spare
nei desideri dell'insonne
che a te,avido, si avvinghia !

domenica, novembre 09, 2008

Vicky Cristina Barcelona


Siamo Vicky
Siamo Cristina
Certamente Juan Antonio
A volte Maria Elena
Altre Doug
In fondo dovremmo essere
la barca a vela
che solca le acque assolate!

giovedì, ottobre 30, 2008

Contenitori


Casuale o volontario
che qui tu sia
credi di contenere o essere contenuto?

domenica, ottobre 05, 2008

Cammino


A volte non riesco a scorgere la bellezza

Eppure la sento scorrere dentro

Una lieve brezza che avvolge l’anima e la porta in alto

Strappandolo alla certezza della terra

Rendendo gli odori più lievi, delicati.

I piedi affondano profondi

Lasciando scivolare la paura

Dal cuore un sussurro

Un mantra guida i passi

lungo la linea che ricongiunge all’amore

domenica, maggio 25, 2008

Osservazioni

Passeggiando incontro infinite coppie mano nella mano, altri fumano distrattamente parlando al cellulare o inviando messaggi. Un'artista di strada disegna immagini della propria mente fingendo a se stesso di fare un ritratto e nitido, si distingue, come il sopracciglio che traccia sia di qualcuno che appartiene alla sua vita. Un uomo urla contro un proprio dipendente e voltandosi sogghigna mentre la moglie sfiora la mano del malcapitato. Un bimbo mi sorride divertito dal trambusto che ci avvolge, disorientato anch'egli dal fremito che percuote l'aria e chi l'attraversa. Un fiume di pensieri mi trascina, associazioni irrefrenabili desiderano portarmi ovunque lontano da lì, eppure non m'accorgo del fluire delle sensazioni che si alternano copiose.
Questo dunque sono... Cosa voglio divenire?

mercoledì, aprile 09, 2008

Elezioni,PD,PDL,UDC,Arcobaleno prendere la prima a sinistra, poi destra infine in alto

Mi ritrovo ad attendere, per la prima volta dopo tanto tempo, in modo consapevole. Il cuore è stranamente quieto e i pensieri immobili mi danno finalmente modo di ascoltare un'armonia che prende sempre più forma ai miei occhi. Inizio a vedere immagini ferme nel convulso fluire di foto mai nitide. Il vento accarezza l'erba e il suono che produce richiama luoghi sino ad oggi troppo poco visitati. In questo silenzio emergono le domande che rendono più interessante questo rapido passaggio. Scie armoniose coprono le ansie di un mondo che richiama lo sguardo verso il basso e un respiro profondo mi attraversa denso. Irrigidisce la spina dorsale sollevando il mio capo verso l'alto, portandomi dentro questo azzurro che accoglie ogni mia parte più intima, facendomi nuotare tra milioni di possibilità che sovrintendono gli affanni in cui nuota un universo intero di anime identificate in un ruolo non scelto.
E così, naturalmente, arrivano le risposte avvolgenti in un respiro più ampio che tutto ingloba enfatizzando un ruolo più alto del semplice ingranaggio. Inizio a risalire rompendo il naturale schema discendente che la luna vorrebbe. Dietro un cielo grigio sento il sole attendere il mio andare oltre il grigio muro delle memorie. Fermo mi incammino verso un nuovo luogo guardando sorridente le tue lacrime, raccogliendole per restituirle dolci a un cuore che ha solo bisogno di essere ascoltato. Attraverso griglie conosciute, ora riconosciute, giungo lì dove il silenzio dimora...e vorrei permanere!

lunedì, febbraio 25, 2008


Come la luce dell'alba,
rischiara il cammino
da poco intrapreso
nei meandri del mio cuore

giovedì, febbraio 14, 2008

Flussi


Nella continua scelta infuoco.
Nell'incalzante sonno brucio.
Danzando madido
tra ciò che m'attraversa.
Nel gioco ineluttabile,
ininterrotto,
tra le polveri del tempo!

domenica, gennaio 13, 2008

Sentimento

Come un fiume placido,
ora,
dopo la tormenta
accolgo un nuovo fluire
nell'attesa della conferma
che giungerà dal divenire

Visualizzazioni totali